#Associati

Istat: cresce la fiducia dei consumatori

Istat: cresce la fiducia dei consumatori. Ottima notizia, necessario rendere stabile il dato scongiurando ogni aumento dell’IVA.

Cresce la fiducia dei consumatori a settembre, secondo l’Istat. Un dato senza dubbio incoraggiante, spinto sicuramente dalla nuova fiducia riacquisita dal nostro Paese a livello internazionale e sui mercati.

Permane, però, forte preoccupazione sui dati futuri: ci auguriamo giunga presto la notizia che siano state individuate le risorse per evitare l’aumento dell’IVA e per il taglio del cuneo fiscale, allora sì che si stabilizzerebbe la crescita della fiducia e dell’economia.

Le famiglie sono, infatti, ancora estremamente preoccupate circa la minaccia di aumento dei costi a cui dovranno far fronte. Tra questi non si conta solo l’IVA, il cui aumento complessivamente peserebbe sui bilanci familiari per ben 831,27 Euro annui (secondo le stime dell’O.N.F. – Osservatorio Nazionale Federconsumatori), ma si estende anche alle bollette.

Le notizie circolate circa la rimodulazione dell’IVA sui consumi domestici di energia e gas (a cui ricordiamo viene applicata l’IVA agevolata al 10% sui primi 480 metri cubi), che ci auguriamo siano solo lontane ipotesi, configurerebbero possibili ricadute di +44,60 Euro annui circa a famiglia per l’energia elettrica e di +30,30 Euro per il gas.

Misure che dovranno essere scongiurate in ogni modo, attuando piuttosto una rimodulazione complessiva della tassazione, a partire dalla riforma, da tempo sollecitata, sugli oneri di sistema in bolletta.

_______________________________________________________________

Ufficio Stampa Federconsumatori Nazionale
Via Palestro, 11 – 00185 – Roma
Tel. +39 06 42010511
ufficiostampa@federconsumatori.it

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum