#Infanzia e giovani #Associati

Giornata Internazionale Diritti Infanzia e Adolescenza, Legacoopsociali rilancia il manifesto cooperativo

COMUNICATO STAMPA

Roma, 20 novembre 2020 – “L’affermazione dei diritti dei bambini e degli adolescenti passa anche attraverso l’offerta di un sistema di servizi di qualità accessibili a tutti. È questo uno dei principi del Manifesto Cooperativo per l’educazione e la tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza che abbiamo oggi presentato”.  Lo dichiara la presidente di Legacoopsociali Eleonora Vanni durante l’evento on line in diretta sulla pagina Facebook dell’associazione in occasione della Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Nel corso dell’iniziativa è stato presentato il Manifesto, con la partecipazione della Vice Ministra Anna Ascani, del deputato Luca Rizzo Nervo componente dell’Intergruppo infanzia e adolescenza e di diversi altri stakeholder che hanno dibattuto dopo l’intervento del Vice Presidente di Legacoopsociali e coordinatore delle reti Crescerete 0-6 e Già (Gruppo infanzia e adolescenza) Alberto Alberani.

“La pandemia – dichiarato Alberani – ha reso evidente l’insorgere di nuove disuguaglianze e povertà che hanno colpito duramente bambini e adolescenti. È necessario garantire servizi di qualità esigibili come diritto solamente definendo e finanziando i Livelli essenziali delle Prestazioni come indica la Costituzione Italiana”.

Secondo Legacoopsociali per garantire servizi di qualità è necessario inoltre modificare il rapporto fra pubblico e privato sociale anche superando l’attuale sistema di assegnazione dei servizi tramite gara d’ appalto. “I bisogni dei bambini e degli adolescenti non devono essere messi all’ asta e i servizi entrare all’ interno di sistemi di accreditamento definiti da una partecipata co-programmazione e co-progettazione”, ha concluso Alberani.

Manifesto cooperativo per i diritti di infanzia e adolescenza_legacoopsociali

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum