#Notizie

Riforma in Movimento. I primi risultati dell’indagine

 L’85% dei rispondenti dichiara di volersi iscrivere al RUNTS. C’è tempo fino al 19 marzo 2021 per dire la propria sulla Riforma del Terzo Settore. 

https://italianonprofit.it/riforma-in-movimento/ 

Roma, 16 marzo 2021 – Il Presidente dell’Osservatorio Terzjus, Luigi Bobba, rilancia, con una comunicazione video diretta a tutti gli enti del Terzo Settore, il progetto di ricerca Riforma in Movimento, realizzato da Terzjus in collaborazione con Italia non profit. Qui il video 

La ricerca, che ha lo scopo di raccogliere la voce di chi ogni giorno si confronta con i bisogni sociali (enti, volontari, professionisti del non profit, componenti dei cda delle organizzazioni, ecc) ha già raggiunto le 1000 adesioni e si chiuderà il 19 marzo 2021.

I risultati dell’indagine saranno restituiti sul portale Riforma in Movimento (entro il 20 aprile 2021) e diventeranno parte integrante del Terzjus Report 2021: il primo rapporto nazionale sullo stato e sulle prospettive della legislazione sul Terzo Settore, che verrà presentato a fine aprile dall’Osservatorio Terzjus.

Analizzando le prime compilazioni emergono già alcuni dati interessanti che da un lato confermano la volontà e l’interesse delle organizzazioni non profit ad attivarsi rispetto alle novità introdotte dell’impianto legislativo – l’85% dei partecipanti infatti ha dichiarato l’intenzione del proprio ente di iscriversi al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore -, e dall’altro evidenziano alcune necessità – tra i suggerimenti che i partecipanti stanno condividendo vi è senza dubbio quello di prevedere momenti di formazione e supporto per una corretta interpretazione e applicazione della norma.

Il progetto è promosso da Terzjus e dai suoi soci fondatori – Acli, Airc, Anpas ODV, Assifero, Auser APS, CNDCEC, Consiglio Nazionale del Notariato, Consorzio Ambito Territoriale Sociale N°3, Fondazione Italia Sociale, Forum Terzo Settore, Italia non profit, Rete misericordie e Solidarietà – e i soci ordinari – Anbima nazionale, Poliedros e Pro Loco UNPLI.  Sono inoltre numerose le reti e i partner che stanno diffondendo la ricerca, tra cui: CSV Lombardia, CSV Padova, CSV Vicenza, ASSIF, MCL Movimento Cristiano Lavoratori, Federsolidarietà, Legacoop, Fondazione Unipolis, Cantiere Terzo Settore, Elena Zanella Fundraising Academy, Banca Etica, Engagedin, Fondazione Provinciale della Comunità Comasca, Innovazione Sociale, Fondazione CRT, Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli.

 Questa partecipazione così ampia e il supporto di organismi diversi tra loro segna un importante obiettivo di coinvolgimento.

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum