#Comunicati stampa

Giornata mondiale risparmio, Pallucchi (Forum) “Pnrr sia occasione per una trasformazione positiva del Paese”

Roma, 21 ottobre 2021 – “Il Terzo settore italiano è pronto a operare, in una sinergia virtuosa con il pubblico e con il privato, affinché il Pnrr sia davvero l’occasione per una trasformazione positiva del nostro Paese. Va rafforzata la coesione sociale nelle nostre comunità e le fondazioni bancarie hanno un ruolo insostituibile e determinante “. Lo ha affermato Vanessa Pallucchi, neoportavoce del Forum nazionale Terzo settore, in risposta all’intervento pronunciato dal presidente dell’Acri, Francesco Profumo, in occasione della celebrazione della 96/a edizione della Giornata Mondiale del Risparmio.

Profumo, nella sua relazione, ha rivolto i suoi auguri di buon lavoro a Pallucchi, eletta ieri dall’assemblea del Forum, e ha ricordato come in questi anni le Fondazioni di origine bancaria abbiano stretto “una profonda alleanza” con il Forum, dando vita alla Fondazione Con il Sud, nata nel 2006 per valorizzare le migliori energie sociali del Mezzogiorno, e il Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, “il più grande programma attivo nel nostro Paese – ha detto Profumo – rivolto all’1,3 milioni di bambini e ragazzi che vivono in condizione di povertà assoluta oggi in Italia”.

“Ci fa molto piacere che il presidente dell’Acri riconosca il valore dell’alleanza tra le Fondazioni di origine bancaria e Terzo settore – ha sottolineato Pallucchi -, che si è rinsaldata negli anni e da cui sono scaturiti buoni frutti a tutto vantaggio delle nostre comunità, e delle persone che si trovano in condizioni di maggiore fragilità o di esclusione sociale. Ricordiamo anche che il contributo delle Fondazioni è essenziale per il sostegno del volontariato che insieme a tutto il terzo settore ha avuto un ruolo importante durante la pandemia. Questa crisi drammatica, come ha ricordato il presidente Profumo, ha svelato un Paese lacerato da profonde disuguaglianze economiche, sociali e territoriali, e ha purtroppo contribuito ad allargare ulteriormente i divari esistenti. E quindi sono ancor più necessari i partenariati fra pubblico, privato e Terzo settore anche per utilizzare al meglio le ingenti risorse in arrivo dall’Europa e non sprecare questa opportunità straordinaria”.

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum