#Associati

Famiglia, al via la campagna di Acli per sensibilizzare alla richiesta di assegno unico

L’Assegno Unico è un diritto per tutte le famiglie, una grande opportunità che però è necessario richiedere. “E’ necessario richiederlo, con noi è più semplice” è il messaggio che le Acli lanciano per la campagna di sensibilizzazione sull’Assegno Unico Familiare, che può essere richiesto dal 1 gennaio fino al 28 febbraio e su cui gli sportelli di Patronato e Caf sono già al lavoro. Il provvedimento riguarda ben 7 milioni di nuclei familiari che potranno trovare assistenza presso le sedi del Patronato Acli per quanto riguarda la presentazione delle domande e assistenza presso gli sportelli del Caf Acli per compilare l’ISEE, documento propedeutico alla richiesta di AUU.    

La campagna vuole sottolineare l’importanza di fare la richiesta di Assegno Unico affinché da una parte le famiglie che già percepivano gli assegni non si ritrovino con una busta paga molto più leggera e, dall’altra parte, affinché i nuclei che finora non hanno percepito niente non perdano un’occasione così importante.   

L’impegno delle Acli è anche quello di ribadire alcune miglioramenti al provvedimento, in particolare la durata e l’entità dell’assegno, dai 18 ai 21 anni: dimezzare l’importo dopo il compimento della maggiore età ed eliminarlo dopo i 21 anni, comporta una diminuzione delle risorse familiari proprio nella fase di accompagnamento del figlio nella sua formazione culturale e professionale. Bisognerà monitorare inoltre il nuovo regime, che dal 1° gennaio di quest’anno sostituisce altri sostegni (dall’assegno alla natalità o ‘bonus bebè’, all’assegno al nucleo familiare, alle detrazioni fiscali per i figli fino a 21 anni), affinché non si trasformi in uno svantaggio per le famiglie meno abbienti e per le fasce medio-basse, che la crisi pandemica ha già spinto verso e spesso oltre la soglia della povertà.             

Come ACLI ci impegniamo accanto alle famiglie, che sono e possono essere il volano di una vera ripartenza, inclusiva e solidale, e di una rinnovata fiducia nel futuro.   

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum