#Altri Documenti #Notizie

Il rapporto tra pubblica amministrazione e Terzo settore

Pubblicato “Il rapporto tra Pubblica Amministrazione e Terzo settore”, l’approfondimento di Cantiere terzo settore per fare chiarezza sul tema dell’amministrazione condivisa, dall’inquadramento normativo alla gestione delle convenzioni, partendo dalle indicazioni del Codice del Terzo settore. 

L’approfondimento è a firma di Gianfranco Marocchi e Luca Gori

Il rapporto tra pubblica amministrazione e Terzo settore” è il titolo dell’ultima pubblicazione a cura di Cantiere terzo settore, il progetto di comunicazione sulla normativa per il non profit realizzato da CSVnet e Forum Nazionale del Terzo Settore. Il testo è a firma di Gianfranco Marocchi, direttore della rivista Impresa Sociale, vicedirettore di Welforum.it e formatore e consulente sul tema dell’amministrazione condivisa per il Forum Nazionale del Terzo Settore, e Luca Gori, costituzionalista e docente presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa – centro di ricerca Maria Eletta Martini.

Il testo è un insieme di materiali che trattano con un linguaggio accessibile diversi aspetti dell’amministrazione condivisa, dall’inquadramento normativo, al rapporto con il Codice degli appalti, alla sentenza 131/2020 della Corte Costituzionale, ai provvedimenti che l’hanno seguita. Il documento entra poi nel merito degli istituti di co-programmazione, co-progettazione, le convenzioni con volontariato e associazionismo e per il trasporto di emergenza e urgenza. Per offrire un quadro il più completo possibile agli enti, vengono analizzate anche le convenzioni con le cooperative sociali previste dalla legge n. 381 del 1991.

Costruire rapporti di collaborazione sani tra enti pubblici e organizzazioni del Terzo settore è una delle grandi sfide cui sono chiamati gli enti nei prossimi mesi. La crisi economica e sociale innescata dalla pandemia ha accelerato l’emersione di nuovi bisogni e diritti negati e, di conseguenza, richiede risposte sempre più efficaci. La sentenza 131/2020 della Corte Costituzionale ha sciolto ogni dubbio sulla possibilità di utilizzare i dispositivi dell’amministrazione condivisa previsti dal Codice del Terzo settore, nello specifico agli articoli 55, 56 e 57, ma per farlo c’è bisogno che pubblica amministrazione e enti del Terzo settore siano consapevoli del loro funzionamento, dai possibili vantaggi agli eventuali rischi.

La pubblicazione è parte della collana “Riforma Terzo settore. Guida all’uso” ed è scaricabile gratuitamente dal sito www.cantiereterzosettore.it (sezione “Gli approfondimenti“) e navigabile nell’apposita sezione web, uno spazio che rimarrà aperto a nuovi sviluppi sul tema. Della stessa collana fanno parte la “Guida all’uso del registro unico nazionale del terzo settore” a cura di Paolo Pesticcio e Daniele Erler e “La trasparenza per gli enti non profit e del Terzo settore” di Luca Gori e Daniele Erler.

Il portale www.cantiereterzosettore.it nasce dalla volontà di rendere la normativa accessibile a tutti: agli operatori ed ai professionisti, ai cittadini così come ai funzionari della pubblica amministrazione. Il progetto è la “voce” dell’ufficio giuridico-legislativo sul Terzo settore, frutto della collaborazione tra CSVnet e Forum Nazionale del Terzo Settore con l’obiettivo di sviluppare e promuovere cultura e ricerca sulla riforma, sul diritto del Terzo settore e il suo impatto, sia teorico che pratico.


Informazioni
349/6333886 – info@cantiereterzosettore.it

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum