#Dall'Europa #Normativa

Agenda dei lavori delle istituzioni europee 26 settembre-9 ottobre 2022 – N° 37

Alcuni atti di possibile interesse per il Terzo settore dal monitoraggio delle attività del Parlamento europeo, Consiglio dell’Unione europea e dalle altre Istituzioni europee     

Parlamento europeo

Sessione plenaria

La prossima seduta è convocata il 3 ottobre 2022 a Strasburgo.

L’ordine del giorno è consultabile al link: SYN_POJ_October I_STRb_EN.pdf (europa.eu) 

Parlamento europeo

 

Commissioni parlamentari 

Commissione per l’occupazione e gli affari sociali (EMPL)

La prossima seduta è convocata il 10 ottobre 2022.

Tra gli atti in calendario si segnala: Verso la parità di diritti per le persone con disabilità  

Dati generali
Procedura: 2022/2026 (INI)

Relatore: Anne-Sophie PELLETIER (La France Insoumise – Francia)

Relatore ombra (italiano): Caterina CHINNICI (PD)

Lavori parlamentari
L’atto è stato assegnato il 10 marzo 2022 alla “Commissione libertà civili, giustizia e affari interni” e, in sede consultiva, alla “Commissione per l’occupazione e gli affari sociali”.
Contenuti
Nel marzo 2021 la Commissione europea ha adottato la strategia per i diritti delle persone con disabilità 2021-2030.

La strategia si basa sui risultati della precedente strategia europea sulla disabilità 2010-2020, che ha spianato la strada a un’Europa senza barriere e a responsabilizzare le persone con disabilità in modo che possano godere dei loro diritti e partecipare pienamente alla società e all’economia. Nonostante i progressi compiuti nell’ultimo decennio, le persone con disabilità devono ancora affrontare notevoli ostacoli e presentano un rischio più elevato di povertà ed esclusione sociale.

L’obiettivo della presente strategia è progredire verso la garanzia che tutte le persone con disabilità in Europa, indipendentemente dal sesso, dalla razza o dall’origine etnica, dalla religione o dalle convinzioni personali, dall’età o dall’orientamento sessuale,

ü  godere dei loro diritti umani;

ü  avere pari opportunità, pari accesso per partecipare alla società e all’economia;

ü  sono in grado di decidere dove, come e con chi vivere;

ü  circolare liberamente nell’UE indipendentemente dalle loro esigenze di sostegno;

ü  e non subiscono più discriminazioni.

Questa nuova e rafforzata strategia tiene conto della diversità della disabilità, che comprende menomazioni fisiche, mentali, intellettuali o sensoriali a lungo termine (in linea con l’articolo 1 della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità), che sono spesso invisibili.

Affrontando i rischi di molteplici svantaggi affrontati da donne, bambini, anziani, rifugiati con disabilità e persone con difficoltà socioeconomiche, promuove una prospettiva intersezionale in linea con l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile e gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG).

La nuova strategia contiene pertanto una serie ambiziosa di azioni e iniziative faro in vari settori e ha numerose priorità, come

ü  accessibilità: potersi muovere e risiedere liberamente ma anche partecipare al processo democratico;

ü  avere una qualità di vita dignitosa e vivere in modo indipendente in quanto si concentra in particolare sul processo di deistituzionalizzazione, protezione sociale e non discriminazione sul lavoro;

ü  pari partecipazione in quanto mira a proteggere efficacemente le persone con disabilità da qualsiasi forma di discriminazione e violenza, per garantire pari opportunità e accesso alla giustizia, all’istruzione, alla cultura, allo sport e al turismo, ma anche parità di accesso a tutti i servizi sanitari;

ü  il ruolo dell’UE per dare l’esempio;

ü  l’intenzione dell’UE di realizzare tale strategia;

ü  promuovere i diritti delle persone con disabilità a livello globale.

La Commissione sosterrà gli Stati membri nell’elaborazione delle loro strategie e piani d’azione nazionali per attuare ulteriormente la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità e la legislazione dell’UE in materia.

La Commissione europea invita gli Stati membri a contribuire a questa nuova e rafforzata strategia quale quadro per le azioni dell’UE e per l’attuazione della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità.

Consiglio dell’Unione europea

Si segnala in particolare: 

Formazioni del Consiglio:

ü  Consiglio “Occupazione, politica sociale, salute e consumatori”

Prossime sessioni:

12 ottobre 2022

ü  Consiglio “Istruzione, gioventù, cultura e sport”

Non sono previste sessioni.

ü   Consiglio “Giustizia e affari interni”

Prossime sessioni:

13 ottobre 2022

ü  Consiglio “Ambiente”

Non sono previste sessioni

Organi preparatori:

ü  Comitato per la protezione sociale

Non sono previste sessioni.

ü  Gruppo “Questioni sociali”

     Prossime sessioni:

     26, 27 e 29 settembre 2022

ü   Gruppo “Gioventù”

Prossime sessioni:

28 settembre e 7 ottobre 2022

ü  Gruppo “Asilo”

Prossime sessioni:

11 e 12 ottobre 2022

ü   Gruppo “Ambiente”

Prossime sessioni:

26, 27 e 29 settembre 2022

 

Comitato economico e sociale europeo (CESE)

 

Sessione plenaria

Non sono previste sessioni.

Sezioni

ü  Sezione “Occupazione, affari sociali e cittadinanza” (SOC)

29 settembre 2022.

 

Notizie dall’Unione europea

 

Presentazione della strategia europea di assistenza per i caregiver e i destinatari dell’assistenza

Il 7 settembre 2022 la Commissione europea ha presentato la strategia europea per l’assistenza per garantire servizi di assistenza di qualità, a prezzi accessibili e accessibili in tutta l’Unione europea e migliorare la situazione sia per i destinatari dell’assistenza che per le persone che si prendono cura di loro, professionalmente o informalmente.

La strategia è accompagnata da due raccomandazioni per gli Stati membri sulla revisione degli obiettivi di Barcellona in materia di educazione e cura della prima infanzia e sull’accesso a un’assistenza a lungo termine di alta qualità a prezzi accessibili.

Link al comunicato stampa: Una strategia europea di assistenza per i caregiver e i destinatari dell’assistenza – Occupazione, affari sociali e inclusione – Commissione europea (europa.eu)

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum