#Normativa #Notizie

5 per mille, accesso alle Onlus fino al 31 dicembre 2023

Tra le novità del decreto cosiddetto Milleproroghe, la proroga della dichiarazione Imu per gli enti non commerciali e della riforma e riordino degli enti sportivi: ecco alcuni contenuti di interesse per il Terzo settore e il non profit

Entrerà in vigore il 30 dicembre 2022 il cosiddetto “Milleproroghe” (dl n. 29 dicembre 2022, n. 198), pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 303 del 29 dicembre 2022 e che introduce disposizioni urgenti in materia di proroga di termini legislativi.

Diverse le disposizioni di interesse per il Terzo settore e il non profit in generale.

Onlus e 5 per mille

Anche le Onlus potranno essere destinatarie del 5 per mille anche per l’anno 2023 (art. 9, comma 4). Viene infatti modificato quanto già disposto dal Milleproroghe 2022 e ad oggi le Onlus iscritte alla relativa anagrafe alla data del 22 novembre 2021 possono accedere al 5 per mille fino al 31 dicembre 2023 (modifica all’art. 9, comma 6 dl. n.  228/2021 in forza del quale quanto previsto dall’art. 3, comma 1, lett. a) dl. n. 111/2017).

Nuova scadenza per la dichiarazione Imu per gli enti non commerciali

Viene prorogato dal 31 dicembre 2022 al 30 giugno 2023 il termine per la presentazione della dichiarazione Imu relativa all’anno d’imposta 2021, da parte degli enti, sia pubblici che privati, non commerciali (assistenziali, previdenziali, sanitari, ricerca scientifica, culturali, ricreativi, sportivi, religiosi, trust, Oicr) (art. 3, comma 1).

Proroga dell’entrata in vigore della riforma dello Sport

Slitta al 1 luglio 2023 l’applicazione delle norme relative al riordino e alla riforma in materia di enti sportivi professionistici e dilettantistici (artt. 51 e 52 d.lgs. n. 36/2021).

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum