Vicenda CNEL e ricorsi: Cofferati, Pezzotta e Angeletti hanno incontrato Patriarca e Rasimelli

Roma, 13 novembre 2001. I segretari confederali di CGIL, CISL e UIL Cofferati, Pezzotta e Angeletti e i portavoce nazionali del Forum Permanente del Terzo Settore Patriarca e Rasimelli si sono incontrati ieri sera. Oggetto della riunione il ricorso presentato dai Sindacati, oltre che da Confindustria, avverso alla nomina effettuata dal Presidente della Repubblica di una rappresentanza delle organizzazioni di volontariato e dell’associazionismo di promozione sociale in seno al Consiglio del CNEL ai sensi della Legge 383 del 2000. L’incontro è stato cordiale e positivo. I segretari confederali dei sindacati hanno riaffermato le riserve sulle modalità di definizione della rappresentanza del terzo settore previste dalla legge e quindi l’intenzione di mantenere la procedura di ricorso avviata presso il TAR del Lazio. Nello stesso tempo hanno affermato la volontà dei Sindacati di non ostacolare la presenza nel CNEL di una rappresentanza del terzo settore e si sono impegnati a ritirare la richiesta di sospensiva degli effetti di legge rivolta al TAR in modo da facilitare un lavoro comune con il Forum Permanente del Terzo Settore di verifica dell’Art. 17 della Legge 383 (quello che definisce le modalità d’ingresso nel CNEL). Il Forum Permanente del Terzo Settore, mantenendo la sua decisione di costituirsi in giudizio a fronte del ricorso presentato da Confindustria e Sindacati ha apprezzato quest’impegno e si è dichiarato pronto ad aderire alla proposta di lavoro comune per ricercare un possibile miglioramento del dispositivo di legge. I Sindacati ed il Forum Permanente del Terzo Settore si sono inoltre trovati d’accordo sulla necessita di dare vita ad un tavolo di confronto che, con continuità, affronti un riflessione più strategica sull’azione sociale ed istituzionale delle due realtà e delle possibili occasioni di iniziative congiunte. Roma, 13 novembre 2001
Paola Scarsi 
ufficio stampa