FITEL – Seconde generazioni di immigrati e inclusione sociale

La FITeL Nazionale,in occasione del convegno “Seconde generazioni di immigrati e inclusione sociale” che si terrà a Roma, venerdì 16 marzo p. v., alle ore 10, presso la sede nazionale dell’associazione Arca Enel, via di Villa Patrizi 2/b. , presenta il volumeedito dalla Franco Angeli “I colori del futuro”, Indagine sul tempo libero e la quotidianità dei giovani immigrati di seconda generazione in Italia.

Durante il convegno verrà proiettato il documentario “ITALIANI G.2” e distribuito ai partecipanti una copia del libro.

Intervengono e ne parlano con gli autori:
 

Vera Lamonica, segretario nazionale CGIL

Liliana Ocmin, segretario nazionale CISL

Guglielmo Loy, segretario nazionale UIL

Introduce Aldo Albano, responsabile comunicazione della Fitel

Coordina Giovanni Ciarlone, responsabile organizzativo della Fitel


                                          
Aperitivo al termine dell’ evento

L’esperienza migratoria è una realtà che da anni interessa il nostro paese, e che oggi appare agli occhi dello scienziato sociale, e non solo, come un fenomeno complesso e in continuo mutamento. La letteratura nazionale sul tema delle migrazioni è assai vasta e comprende da un lato ricerche sulle caratteristiche strutturali dell’immigrazione italiana, dall’altro lavori, come questo volume, volti ad analizzare in che modo la società ospitante ha reagito e reagisce a questa nuova realtà.

Il testo “I Colori del Futuro”, nato nell’ambito del progetto “Culture a confronto”, promosso dalla Fitel, e coordinato da Rossella Ronconi della presidenza nazionale, ha avuto l’obiettivo fondamentale di indagare sulla quotidianità dei giovani immigrati di seconda generazione residenti in Italia che a vario titolo partecipano alle attività culturali e ricreative promosse dai Cral e dalla Fitel. Il mondo dell’associazionismo, infatti, può a ben vedere esser considerato come un fondamentale strumento di mediazione interculturale volto, tramite iniziative e progetti anche nell’ambito del tempo libero, a promuovere la conoscenza delle differenze nell’incontro e nella convivenza tra persone appartenenti a universi culturali differenti. Partendo da questa premessa è stata condotta un’indagine conoscitiva su un campione ampio di giovani, che ha individuato un mondo inedito di rappresentazioni riferite alle aspirazioni, al tempo libero e ai sogni dei giovani immigrati italiani.

Nell’ambito dell’iniziativa, per approfondire la materia, verrà proiettato il documentario “ITALIANI G.2”, realizzato da un’idea di Ferdinando Vaselli, regista e attore che ha partecipato al progetto “Culture a Confronto”, con la regia e montaggio di Gianluca Rame e Federico Betta – panoramica che parte da una scuola media romana R. Palombini e attraverso un ciclo di interviste e che segue da una parte il percorso di genesi dello spettacolo teatrale proposto nel progetto e dall’altra approfondisce alcuni punti grazie al supporto della scrittrice Ingy Mubiayi . Nella seconda parte il documentario segue la vita di Sonny, ballerino e studente universitario di origine nigeriana che vive ad Ostia.

 
 

Informazioni: www.fitel.it