Osservatorio Nazionale sulla Legge 328/2000

Nel 2006, Anci, Cgil, Cisl, Uil, Forum del Terzo Settore, Legautonomie ed Upi hanno dato vita all’Osservatorio Nazionale sulla Legge 328/2000 (legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali). Le Regioni, pur non partecipando formalmente all’Osservatorio, hanno manifestato apprezzamento per l’iniziativa e ampia disponibilità a collaborare. Le Regioni sono e saranno interlocutore fondamentale dell’Osservatorio, in quanto titolari di competenze legislative esclusive e livello primario di integrazione dei soggetti pubblici, privati e del terzo settore operanti nel sistema sociale.

L’Osservatorio si pone tra i suoi obiettivi peculiari:
– il monitoraggio dello stato di attuazione della legge 328;
– l’analisi della normativa nazionale e regionale in campo sociale e il confronto tra le diverse esperienze, anche ai fini della diffusione delle buone pratiche;
– l’analisi delle possibilità di aggiornamento e di rilancio della legge stessa, anche in considerazione della riforma del Titolo V della Costituzione;
– l’elaborazione di proposte per l’adeguamento della legge 328 alla nuova domanda sociale e dunque l’elaborazione di eventuali modifiche dei modelli normativi, finanziari ed organizzativi;
– l’approfondimento e il dibattito sulle tematiche sociali;
– il rilancio del metodo del dialogo, della collaborazione e della concertazione per il raggiungimento di finalità comuni tra istituzioni, organizzazioni sindacali e Terzo settore.

In allegato:
27/09/2006 Presentazione Osservatorio
18/06/2008 Ricerca “Diritti sociali e livelli essenziali delle prestazioni” Quid

Per ulteriori approfondimenti vedi anche:
– Convegno 18/06/2008 “Diritti sociali  e livelli essenziali di assistenza”    
– Convegno 12/02/2009 “Crisi economica, povertà ed esclusione sociale”