#Diritti #Europa #Primo piano #Notizie

Pilastro sociale europeo, Fiaschi: “Passo importante, ora si lavori al recepimento negli Stati”

Il 17 novembre a Goteborg, in Svezia, la Commissione, il Parlamento e il Consiglio europeo hanno proclamato il Pilastro europeo dei diritti sociali, che stabilisce 20 principi e diritti fondamentali per sostenere il buon funzionamento e l’equità dei mercati del lavoro e dei sistemi di protezione sociale. Nelle intenzioni, il Pilastro è destinato a servire da bussola per un nuovo processo di convergenza verso migliori condizioni di vita e di lavoro in Europa; è concepito principalmente per la zona euro ma è applicabile a tutti gli Stati membri dell’UE che desiderino aderirvi.

Per la definizione del Pilastro, l’Unione europea ha aperto, da marzo a dicembre 2016, una consultazione pubblica durante la quale sono state raccolte 16.000 opinioni di cittadini e stakeholder, tra cui quella del Forum Nazionale del Terzo Settore.

“Si tratta di un passaggio importante anche se non esaustivo di tutto quello che c’è da fare”, ha dichiarato al Giornale Radio Sociale la portavoce del Forum Nazionale Terzo Settore, Claudia Fiaschi, “perché introduce un principio che trasforma una solidarietà di fatto legata a un mercato e a una moneta unica, a una solidarietà sociale. Il Pilastro richiede ora di essere recepito nei singoli Paesi e trasformato in strategie e in piani d’azione coerenti con le dichiarazione che sono state effettuate”.

Con questo passo in avanti sui diritti, ha continuato Claudia Fiaschi, che proprio a Goteborg è intervenuta,  il 16 novembre, a una conferenza europea per parlare di economia sociale e lavoro, “si punta a costruire una riflessione sulla solidarietà sociale nell’Unione europea con uno sguardo alla nuove generazioni. Questo è molto importante, perchè le nuove generazioni sono uno dei macrotemi che oggi, anche per l’Italia, rappresentano una sfida centrale non solo in termini di occupazione, ma anche di protezione sociale”.

Il testo in italiano del Pilastro europeo dei diritti sociali: 20171117 Pilastro Sociale EU

Qui è possibile ascoltare l’approfondimento del Giornale Radio Sociale sul tema.

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum