#Coronavirus #Comunicati stampa

Coronavirus. Fiaschi (Forum Terzo Settore). “Dalle Fondazioni di origine bancaria un aiuto per la ripartenza”

Roma 19 marzo 2020 – “Un grazie dal Terzo settore italiano ad Acri e alle Fondazioni di origine bancaria che in questo momento di grande emergenza per il Paese hanno deciso di rafforzare il loro storico impegno a fianco del nostro mondo attivando uno strumento finanziario per aiutare le organizzazioni di Terzo settore e metterle nelle condizioni di poter continuare ad operare a favore dei più deboli e per le nostre comunità.” Così dichiara Claudia Fiaschi, Portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore commentando la costituzione di un plafond di 5 milioni di euro per un fondo di garanzia rotativo per le esigenze finanziarie del Terzo Settore, in aggiunta ai 35 stanziati sui territori dalle diverse Fondazioni di origine bancaria per l’assistenza sanitaria e a sostegno degli Enti di Terzo settore.

Un impegno concreto per fronteggiare l’emergenza adesso, ma che getta le basi per sostenere la ripartenza del lavoro delle nostre organizzazioni domani, quando dovremo fare i conti con l’impatto di questa crisi. Prosegue Fiaschi – Le misure varate nel decreto ’Cura Italia’ rappresentano un primo passo per il Terzo settore. Il Fondo ci permetterà di portare a migliaia di organizzazioni la liquidità necessaria per poter superare questa fase e proseguire le attività.”

Il momento che stiamo vivendo è difficilissimo – continua la Portavoce – e alla preoccupazione per questo periodo drammatico per il Paese, per noi e per le nostre comunità, si aggiunge quella per il dopo emergenza e per il futuro delle nostre organizzazioni: il blocco totale o parziale delle attività di tante organizzazioni, le conseguenze che tutto questo si porterà dietro, la paura che tutto ciò che è stato costruito in tanti anni possa scomparire in un tempo breve e la necessità di dare continuità di reddito alle persone che lavorano nel nostro mondo e alle loro famiglie.”

“Ripartire, ricostruire attività, legami di solidarietà e soprattutto fiducia tra i cittadini e le comunità non sarà facile – conclude Fiaschi – ma l’impegno forte di tutti è già visibile. Il nostro mondo e il nostro Paese hanno le risorse per potercela fare. Ancora grazie ad Acri e alle Fondazioni di origine bancaria per aver raccolto queste preoccupazioni ed averle trasformate in iniziative concrete: un gesto che rende evidente il valore e il potenziale delle alleanze strategiche tra i diversi attori della comunità per costruire bene collettivo”.

 

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum