#Riforma Terzo Settore #Comunicati stampa

Dl Semplificazioni: novità positive ma ora il Governo mantenga gli accordi sulla norma fiscale per il Terzo settore

Roma, 22 giug – “Il decreto Semplificazioni da oggi in vigore sana una grave contraddizione della riforma del Terzo settore, che finora ha inspiegabilmente escluso da una serie di agevolazioni, erogazioni liberali e social bonus, tutti quegli enti che, sebbene iscritti al Registro Unico del Terzo Settore, non possedevano prima della riforma la qualifica di Onlus, organizzazione di volontariato o associazione di promozione sociale. È una buona notizia”. Lo dichiara Vanessa Pallucchi, portavoce del Forum Nazionale Terzo Settore. 

 

“C’è però ancora tutta la normativa fiscale che attende da anni le necessarie correzioni per poter entrare in vigore. Ci aspettavamo e ci aspettiamo tuttora che dopo il serrato e positivo confronto avuto nelle scorse settimane, il Governo mantenga gli accordi stabiliti e provveda al più presto ad apportare le necessarie modifiche al testo di legge. In gioco c’è il successo dell’intera riforma del Terzo settore, e quindi il futuro di migliaia di realtà sociali” conclude Pallucchi.

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum