#Coronavirus #Territorio

Liguria: Piano anziani, in arrivo un numero verde e i custodi sociali

Le linee di intervento prevedono il potenziamento del Progetto dei Custodi sociali e del Call center regionale con funzioni di informazione, orientamento ai servizi, spesa a domicilio

La Regione Liguria, grazie a un accordo con il Forum del Terzo Settore regionalepotenzia il numero verde 800 593 235 a disposizione per gli anziani e le persone fragili e lo raccorda con il servizio dei Custodi sociali, rafforzandolo in questo periodo di emergenze.

Un’iniziativa che permette di aiutare concretamente una fascia di popolazione molto esposta, in questa emergenza Covid, ma che ha l’obiettivo più ampio di tutelare la salute di tutti i cittadini.

Il ‘piano anziani’, sostenuto dai fondi dell’assessorato alle Politiche sociali, prevede lo stanziamento di 500 mila euro in attuazione del Piano Operativo approvato con la dgr 728 del 2020, nell’ambito dell’Accordo di programma tra ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e le Regioni, e l’attivazione immediata dei volontari, grazie alla rete delle associazioni già attive e prevedendo la massima partecipazione degli enti del Terzo settore. I cittadini over 65 o le persone con fragilità potranno rivolgersi subito al numero verde gratuito 800 593 235 operativo dalle 8 alle 20, tutti i giorni dell’anno, per richiedere un servizio di consegna della spesa o dei farmaci, per informazioni o per segnalare difficoltà o altre necessità.

Ai 125 custodi già attivi su tutto il territorio ligure verranno affiancati tutti i volontari attivati dalla rete del Terzo settore per rispondere alle esigenze segnalate e filtrate al call center gratuito dedicato agli anziani. Il potenziamento di questi servizi faciliterà la permanenza a casa e la limitazione degli spostamenti non necessari, oltre a evitare l’isolamento delle persone più fragili.

L’avviso per le associazioni che vorranno aderire al progetto sarà aperto fino alle ore 12 del 23 novembre 2020. Potranno partecipare tutte le associazioni, organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale iscritte al Registro del Terzo settore che operino da almeno due anni e abbiano una sede operativa nel territorio della Liguria. La partecipazione alla manifestazione di interesse consentirà di poter aderire al percorso di coprogettazione e dare attuazione alle iniziative sul territorio ligure.

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum